icut-erba.jpg
icut-neve.jpg
P1130234-.jpg
< >

Porta-attrezzi radiocomandate

Porta-attrezzi radiocomandate che garantiscono massima sicurezza nelle situazioni più critiche e difficili grazie al controllo totale della macchina con aderenza e trazione sempre ottimali. Consigliate soprattutto per la manutenzione del verde di argini e scarpate, o di aree delimitate all’interno di aeroporti, impianti sportivi o aree militari.

 

La potenza e il controllo nelle tue mani!

Il modello di porta-attrezzi radiocomandato iCUT3, nella sua versione con testata trinciante è stata progettata per trinciare erba, sterpaglie, arbusti, ramaglie e sempre garantendo l’assoluta sicurezza dell’operatore. La particolare concezione del progetto iCut: baricentro basso, disegno del sottocarro allargabile, profilo dei cingoli sagomato permette di operare in aree fortemente sconnesse ed avere la massima aderenza e consente l’uti-lizzo prolungato della macchina in pendenza in ogni direzione, fino a 55°. È equipaggiata di un motore diesel di HP 40, ampiamente sufficiente per utilizzare, nel caso della versione con testata trinciante, una larghezza di lavoro di cm 130 o in alternativa di cm 170. Inoltre è possibile applicare altre attrezzature, che rendono la macchina multifunzionale.

Radiocomando

radiocomando-icut3.jpg
Due joystick di grandi dimensioni forniscono il controllo preciso dell’avan-zamento, dei movimenti e dell’altezza della testata trinciante. I comandi sono disposti in modo ergonomico ed intuitivo consentendo di iniziare a lavorare nelle migliori condizioni da subito, inoltre è possibile in maniera sicura personalizzare i comandi velocità e tempi di reazione della macchina per soddisfare al meglio le esigenze dell’operatore in funzione delle condizioni in cui sta lavorando. Oltre al pulsante di arresto immediato la consolle è dotata degli indicatori della temperatura del liquido di raffreddamento e dell’olio, la funzionalità della batteria radio-comando, la pressione dell’olio motore, la riserva di carburante, l’intasamento del filtro aria, l’inserimento/disinserimento sistema flottante, modalità di avanzamento (lenta/veloce), azionamento ventola reversibile (manuale/ automatica).

Motore

P1130570-icut3-motore.jpg
Termico Isuzu 3 cilindri ad aspirazione naturale diesel 1642 cc da 29 kW/40 hp, coppia 103 Nm @ 1800 rpm raffreddato a liquido con ventola reversibile a comando idraulico gestito da centralina (possibilità di attivare funzione autopulente automatica). Serbatoio gasolio con capacità di 26.5 litri.

Impianto idraulico

impianto-idraulico.jpg
L’iCUT3 si avvale di un impianto basato su ben 4 pompe con circuiti indipendenti:
- 2 a pistoni a portata variabile in circuito chiuso, che realizzano la trasmissione idrostatica con i motori di avanzamento dei cingoli (a doppia cilindrata per avere 2 marce).
- 1 a pistoni in circuito chiuso che realizza la trasmissione all’albero del rotore con il motore a pistoni installato sulla trinciatrice.
- 1 ad ingranaggi in circuito aperto che alimenta il distributore dei servizi: Sollevatore > Aux1 e Ampiezza carreggiata > Aux2
Gli impianti in circuito chiuso idrostatico realizzano una trasmissione con basse perdite in quanto viene fatta circolare la sola portata di olio necessaria nel momento stesso dell’impiego. Nell’impianto dei servizi la presenza di una valvola di Venting sul distributore realizza una drastica riduzione della dissipazione quando non si attua alcun comando (per esempio condizione in avanzamento di lavoro).

Diagnostica

diagnostica.jpg
È integrata nel quadro avviamento, dove in condizioni di normale funzionamento della macchina lo schermo mostra il contaore, In caso di errori o problemi alla macchina in combinazione con l’accensione della spia di pericolo, vengono mostrati i codici di errore relativi (l’utente facendo riferimento al libretto d’uso della macchina è in grado di identificare il tipo di malfunzionamento che ha generato l’allarme).

Sottocarro registrabile

sottocarro.jpg
Il sottocarro Extra è il prodotto dell’esperienza Ferri e riassume le esigen-ze delle diverse necessità degli operatori di tutti i continenti. Quando è necessario aumentare la sicurezza, in situazioni critiche di lavoro, è possibile tramite un azionamento idraulico, incrementare la larghezza del sottocarro da 132 a 167 centimetri.
L’allargamento si effettua direttamente dalla consolle di comando. La funzionalità dei cingoli è assicurata dalla contemporanea presenza di un rullo a tripla flangia posto in prossimità della ruota dentata e da guide posizionate esternamente ai cingoli.
Quattro rulli compongono il sottocarro dell’iCUT3 Ferri Extra, po-sizionati orizzontalmente per una distribuzione ottimizzata dei pesi e garantire sempre la migliore aderenza al terreno.

La potenza e il controllo nelle tue mani!

Il modello di porta-attrezzi radiocomandato iCUT4, nella sua versione con testata trinciante è stata progettata per trinciare erba, sterpaglie, arbusti e ramaglie anche di grossi diametro (nella sua versione forestale) e sempre garantendo l’assoluta sicurezza dell’operatore.
La particolare concezione del progetto iCut: baricentro basso, disegno del sottocarro allargabile, profilo dei cingoli sagomato permette di operare in aree fortemente sconnesse ed avere la massima aderenza e consente l’utilizzo prolungato della macchina in pendenza in ogni direzione, fino a 55°.
È equipaggiata di un motore diesel di HP 50, leader nel mercato, ampiamente sufficiente per utilizzare, nel caso della versione con testata trinciante, una larghezza di lavoro d cm 130 anche nella sua versione forestale o in alternativa di cm 170. Inoltre è possibile applicare altre attrezzature, che rendono la macchina multifunzionale.

Radiocomando

radiocomando-icut3.jpg
Due joystick di grandi dimensioni forniscono il controllo preciso dell’avanzamento, dei movimenti e dell’altezza della testata trinciante. I comandi sono disposti in modo ergonomico ed intuitivo consentendo di iniziare a lavorare nelle migliori condizioni da subito, inoltre è possibile in maniera sicura personalizzare i comandi velocità e tempi di reazione della macchina per soddisfare al meglio le esigenze dell’operatore in funzione delle condizioni in cui sta lavorando. Oltre al pulsante di arresto immediato la consolle è dotata degli indicatori della temperatura del liquido di raffreddamento e dell’olio, la funzionalità della batteria radio-comando, la pressione dell’olio motore, la riserva di carburante, l’intasamento del filtro aria, l’inserimento/disinserimento sistema flottante, modalità di avanzamento (lenta/veloce), azionamento ventola reversibile (manuale/automatica).

Motore

motore-iCUT4.jpg
Il motore, è tra i più potenti del mercato, 4 cilindri, 35,9 kW/50 HP, 2179 cc, per erogare il massimo della coppia (139,5 Nm) a 1800 Rpm e affrontare con minore sforzo le pendenze ed i terreni più impegnativi. Raffreddato a liquido con ventola reversibile a comando pneumatico gesti-to da centralina (possibilità di attivare funzione autopulente automatica). Serbatoio gasolio con capacità di 32 litri.

Impianto idraulico

impianto-idraulico-icut4.jpg
La tecnologia Load Sensing riduce sensibilmente le dispersioni energetiche coordinando la portata erogata dalla pompa a quella richiesta dal tipo di lavoro da svolgere. Grazie al dispositivo Flow Sharing, quando la richiesta d’olio è superiore alla portata erogabile dalla pompa, il distributore provvede automaticamente a ridistribuire proporzionalmente le portate su ogni singolo cursore, garantendo sempre la migliore funzionalità.

Quadro avviamento

quadro-comandi-icut4.jpg
1) Bassa pressione olio motore, 2) Intasamento filtro aria, 3) Alternatore, 4) Interruttore lampada rotante 5) Interruttore luci di lavoro, 6) Preriscaldamento candelette, 7) Liquido di raffreddamento, 8) Riserva carburante, 9) Chiave avviamento, 10) Connettore elettrico, 11) Pulsante arresto emergenza, 12) Conta ore
Le informazioni riportate ai punti 1,2,3,7 e 8, del quadro di avviamento sono riportate anche sul display della console garantendo all’operatore il massimo controllo sul funzionamento della macchina e l’assoluta sicurezza operativa.

Diagnostica

diagnostica-icut4.jpg
Sulla centralina ricevente c’è un utile display che evidenzia le eventuali anomalie di una funzione operativa permettendo una immediata soluzione.

Sottocarro registrabile

sottocarro-icut4.jpg
Il sottocarro Extra è il prodotto dell’esperienza Ferri e riassume le esigenze delle diverse necessità degli operatori di tutti i continenti. Quando è necessario aumentare la sicurezza, in situazioni critiche di lavoro, è possibile tramite un azionamento idraulico, incrementare la larghezza del sottocarro da 132 a 162 centimetri.
L’allargamento si effettua direttamente dalla consolle di comando senza alcun intervento manuale dell’operatore. Le funzionalità dei cingoli è assicurata dalla contemporanea presenza di un rullo a tripla flangia posto in prossimità della ruota dentata e da guide posizionate esternamente ai cingoli.
Cinque rulli compongono il sottocarro dell’iCUT4 Ferri Extra, posizionati orizzontalmente per una distribuzione ottimizzata dei pesi e garantire sempre la migliore aderenza al terreno.
 

Inclinazione

pendenza-icut.jpg
Grazie ad una distribuzione ottimale dei pesi ed un baricentro basso, iCut è in grado di operare con angoli di pendenza laterale o frontale fino a 55°, garantendo aderenza e trazione ottimale in tutte le condizioni di lavoro, permettendo di operare a distanza nelle aree difficilmente raggiungibili in completa sicurezza per gli operatori.

Sistema flottante

sistema-flottante-2.jpg
Il sistema misto: meccanico e idraulico, novità del mercato, permette al corpo trinciante di seguire perfettamente l’andamento del terreno. Per una maggiore sicurezza della macchina contemporaneamente al sistema flottante interviene un elemento precaricato a molla che trasferisce il peso del corpo trinciante al portaattrezzi riducendo l’attrito durante l’avanza-mento. Maggiore stabilità uguale maggiore sicurezza.
 

Cingoli

Sono disponibili ben 4 diversi tipi di cingoli per poter operare in tutte le condizioni di lavoro e garantire sempre l’ottimale aderenza e quindi efficienza della macchina e la massima sicurezza dell’operatore.
 

Trinciatrici

Trinciatrici idrauliche R1300 - R1700

Allestimento standard:
  • Testata trinciante flottante
  • Trasmissione a cinghia dentata
  • Protezioni anteriore e posteriore della testata in gommatela a doppio strato
  • Rullo posteriore regolabile
  • Rotore reversibile (bi-direzionale - DSR)

Trinciatrici idrauliche Forestali RF 1300

Allestimento standard:
  • Impianto idraulico con motore a pistoni in circuito aperto
  • Trasmissioni heavy duty a cinghia dentata
  • Cofano anteriore apribile con martinetto idraulico
  • Reversibilità senso di rotazione rotore testata DSR
  • Rotore a mazze rotanti per impieghi gravosi
  • Movimento di basculamento con molla di bilanciamento registrabile e blocco meccanico inseribile
  • Protezione posteriore con gommatela antiabrasione
  • Slitte d’appoggio registrabili su due altezze differenti per adattarsi alle diverse condizioni di impiego
 

Attrezzi intercambiabili

 

Equipaggiamento

  iCUT4 extra iCUT3 extra
Console intuitiva con display
Comando manuale di emergenza a cavo
Presa servizi 12V
Pulsante di arresto d'emergenza su console
Pulsante di arresto d'emergenza su iCUT
Lampada rotante opt. 
Ganci di sollevamento
Attacchi rapidi idraulici
Ausiliario idraulico
Secondo ausiliario idraulico opt.
Kit spostamento laterale trinciatrice opt.  opt. 
Verricello opt.  opt. 
Tabella luminosa a triangolo (500 mm) opt.  opt. 
Fari di lavoro opt.  opt. 
Verniciatura personalizzata opt.  opt. 
Roll bar
Roll bar Heavy Duty opt. 
Olio biologico opt. 
Gancio traino opt. opt. 
Kit apertura cofano per trinciatrici (serie R - solo paesi extra C.E.) opt. opt. 
di serie / opt. optional / Non disponibile
 

Allegati

Questo sito utilizza cookie tecnici e di analisi (anonimizzati) propri e di terze parti. Continuando a navigare o accedendo a un qualunque elemento del sito senza cambiare le impostazioni dei cookie, accetterai il loro utilizzo. Le impostazioni dei cookie possono essere modificate in qualsiasi momento utilizzando il link PRIVACY POLICY a fondo pagina, dal quale è possibile negare il loro consenso.
Accetto